NUOVO!

PRECONSCIUS

12.00

COD: 9788898669714 Categorie: ,

Descrizione

Un racconto introspettivo in cui il protagonista è raccontato e si racconta come persona di una certa età, psichiatra, psicoanalista, musico terapista affascinato e tormentato dalla complessità della mente. Dopo diversi tentativi falliti o parziali trova la motivazione a scrivere, anzi a descrivere, l’intreccio fra pensieri, emozioni e associazioni.

Il suono “Preconscius”, udito come eco lontano, diventa pian piano intuizione e le tessere sparse danno forma al racconto. Pur partendo dal concetto psicoanalitico di preconscio, senza pretese di scientificità, il personaggio lo mescola ad altri contributi del sapere umano, favole, proverbi, miti, film, arrivando a rappresentare il preconscio come un enorme potenziale di saggezza costituito dall’energia delle migliori intuizioni delle persone raccolte geneticamente nei secoli in una umano-sfera che avvolge e protegge l’umanità come l’atmosfera terrestre.

Potervi attingere protegge dalla solitudine e dalle oscillazioni depressive, consentendo di apprendere l’arte emotiva dell’equilibrio instabile. Il protagonista racconta delle cadute e delle riprese attraverso dubbi e certezze che sciolgono ansia e tristezza di fronte ai panorami improvvisi che si schiudono ascoltando le voci del preconscius cui contribuisce, poco o tanto, ogni essere umano. Sotto questa spinta il personaggio scopre di poter ascoltare in modo trasversale e con meno pregiudizi i propri pensieri e quelli degli altri conferendo al dialogo, al conflitto e persino allo scontro, nuove emozioni.

La consapevolezza che i pensieri umani non vanno persi e si possono recuperare in ogni dove, ha permesso al protagonista di dare un senso al suo esistere e al vivere democratico con gli altri.

Informazioni aggiuntive

Dimensioni 21 x 2 x 15 cm
Formato

A5

TOP